Informazioni Utili

L'assunzione di antibiotici durante la gravidanza aumenta il rischio di aborto spontaneo


In particolare, l'assunzione di antibiotici all'inizio della gravidanza può essere un problema.

L'assunzione di antibiotici durante la gravidanza aumenta il rischio di aborto spontaneo

L'uso di penicilline, cefalosporine, eritromicina e nitrofurantoina durante la gravidanza sembra essere sicuro, ma altri antibiotici aumentano il rischio di aborto spontaneo. Nel 2017, in particolare gli antibiotici assunti all'inizio della gravidanza possono essere responsabili escluso l'aborto spontaneo - tranne penicilline, cefalosporine, eritromicina e nitrofurantoina - può essere letto su PharmaOnline.com tra il 1998 e il 2009 sono state registrate 182.369 gravidanze, di cui 8.702 hanno avuto aborti spontanei. Tra i 1428 (16,4 per cento) casi di aborto spontaneo, la donna stava assumendo antibiotici.
- azitromicina
- claritromicina
- metronidazolo
- sulfamidici
- tetracicline
- Chinoloni L'uso dell'azitromicina aumenta il rischio di aborto spontaneo di circa 65 punti percentuali e l'uso della claritromicina lo raddoppia. L'uso di sulfonamidi, tetracicline e antibiotici simili al chinolone aumenta anche il rischio da due a tre volte. L'assunzione di eritromicina non aumenta il rischio, né è stato dimostrato che la nitrofurantoina aumenta il rischio di aborto spontaneo.
  • Incinta? Stai prendendo medicine? Devi sapere questo!
  • Ho la mia?
  • Quali farmaci allergici posso prendere in caso di gravidanza?