Raccomandazioni

I social media aumentano il rischio di depressione


Questo è un 16 percento sorprendentemente alto per i giovani nati prima del 2000 che erano gravemente depressi in uno studio americano.

L'uso di piattaforme di social media aumenta il rischio di depressioneI ricercatori della Texas State University negli Stati Uniti hanno scoperto che gli studenti pre-2000 nati al college hanno sintomi di depressione grave nel 16%. Si tratta di un tasso incredibilmente alto, con il 7% di età superiore ai 18 anni nel 2016, rispetto solo all'11% nella fascia di età più colpita nel 2016, con adulti di età superiore ai 18-25 anni. La ricerca rivela anche che le condizioni mediche nei media tendono a peggiorare le condizioni delle persone depresse. Sebbene la depressione non trattata sia pericolosa: questa condizione ha un rischio significativamente maggiore di suicidio, ma è anche comune per l'alcolismo secondario, la disabilità a lungo termine o l'abuso di droghe, secondo uno studio condotto dalla 504 Texason University su medicalonline.com che i giovani adulti depressi che non soffrono di depressione tendono a confrontarsi con quelli che si trovano in una posizione migliore, in condizioni migliori e che il loro stato d'animo aggrava la depressione. Poiché la depressione porta spesso all'illuminazione, il paziente sta trascorrendo sempre più tempo sulle superfici dei media della comunità, dove è estremamente influenzato dal feedback positivo e da come risponde. Inoltre, hanno maggiori probabilità di soffrire di trolling o cyberbullismo, che ovviamente peggiora ulteriormente la loro immagine di sé e la salute mentale.
  • Il cellulare è come una droga per un bambino
  • Perché è così difficile resistere a Facebook?
  • C'è un posto per i gadget digitali nella vita dei bambini?

Video: Troppo online: i social network aumentano il rischio di soffrire di depressione (Aprile 2020).