Informazioni Utili

Cambiamenti nel prediabete e nella terapia del diabete


Un'era importante nel trattamento del diabete di tipo 2 e del prediabete è giunta al termine.

Cambiamenti nel prediabete e nella terapia del diabete (foto: iStock)Fino ad ora, per la necessità della terapia farmacologica, la metformina è stata la scelta principale e l'ultima cardiologia professionale europea pubblicata dalla European Society of Cardiology pone maggiormente l'accento sulle malattie cardiovascolari. Si ritiene possibile che in alcuni casi la metformina potrebbe non essere il primo farmaco di scelta. A Bibok Győrgyő, Centro per il diabete, è stato chiesto del diabete.

Prevenzione cardiovascolare in fucsia

Sia la condizione di prediabete sia il diabete di tipo 2 comportano il rischio di eventi cardiovascolari. Secondo le più recenti linee guida di cardiologia, i pazienti sono classificati in base al rischio cardiovascolare (CV): misurato, alto, molto alto.
  • CV Rischio CV: giovane paziente con meno di 10 anni di diabete senza rischio CV
  • Alto rischio CV: almeno un paziente (diverso dal diabete) con un altro rischio CV, senza evidenza di insufficienza d'organo e più di 10 anni di diabete
  • Rischio CV molto elevato: il diabete di tipo 1 o il diabete di tipo 2 ha avuto almeno 20 anni, ha malattie cardiovascolari e / o danni agli organi bersaglio
Secondo le ultime linee guida basate su studi recenti, la terapia dipende dalla classificazione del paziente, quindi L'era in cui la metformina è in ogni caso giunge al termine È importante tenere presente il diabete quando si trattano i pazienti con diabete mellito come scelta primaria (se la terapia che altera la vita è inadeguata). "Gli ultimi 5 anni sono stati il ​​momento più emozionante nella ricerca sul diabete, dato che molti studi clinici di grandi dimensioni hanno confermato che i pazienti con malattie cardiovascolari o rischio molto elevato di malattie cardiovascolari era al Congresso ESC del 2019 a Parigi. Secondo la nuova direttiva, se un paziente ha un punteggio cardiovascolare molto elevato, potrebbe ricevere un trattamento antidiabetico di prima linea con bloccante SGLT-2 o agonista del recettore GLP-1 senza metformina o metformina. ! (Al contrario, l'inizio della terapia farmacologica ha sempre incluso la metformina.) La ragione della nuova linea guida è che recenti studi GL hanno dimostrato che gli agonisti del recettore del GLP-1 riducono l'incidenza di SG nei pazienti con arteriosclerosi. Inoltre, la linea guida considera molto importante mantenere i livelli di HbA1c al di sotto del 7%.

Che cos'è?

Agonista del recettore del GLP-1: nel 2005 è apparsa una formulazione non insulinica dei mimetici dell'incretina, che è stata iniettata per via sottocutanea nel tessuto adiposo simile all'insulina (penna pre-dose).
Stimola la secrezione di insulina in modo dipendente dal glucosio nel sangue, riducendo così l'iperglicemia, favorendo la perdita di peso (poiché assicura sazietà durante la funzione ormonale centrale del cervello) e l'intestino. Nel diabete di tipo 2, in alcuni casi, può essere una buona alternativa alla terapia insulinica perché non provoca affaticamento o ipoglicemia (o molto raramente), afferma il Dr. Gy Bibok, Diabetes Center Diabetes. il ъn. Le molecole del trasportatore SGLT2 vengono riassorbite nel flusso sanguigno. Queste formulazioni inibiscono il funzionamento di queste molecole, riducendo così la ricaptazione dello zucchero e migliorando il glucosio renale. Di conseguenza, abbassano i livelli di zucchero nel sangue, aiutano a perdere peso e hanno un effetto benefico sulla pressione sanguigna e sui livelli lipidici.
  • Metformina per il trattamento del prediabete e del diabete
  • Prediabetes Kitty: breve e significativo
  • Limiti di glucosio nel sangue definiti per il test del prediabete