Risposte alle domande

Piccola virtù curda: come possiamo comportarci nell'aula dei bambini?


Quando dovremmo andare? Cosa portare? Sei senza figli o senza figli? - Queste indagini sono già sorte in tutti coloro che sono mai andati in ospedale per una visita. Il K&H Sparkle ha ora raccolto le informazioni importanti che una classe per bambini ha trovato

Con il bambino in ospedale

Sebbene ci siano bambini ovunque nelle aule dei bambini, è vietato visitare la maggior parte delle classi di età inferiore ai 14 anni. La ragione di ciò è il rischio di infezione, tutto controllato. Con le mani sui vestiti, possiamo introdurre un numero di neonati nell'istituzione, il che non è necessario per coloro che giacciono all'interno. Allo stesso tempo, i bambini prendono tutto in bocca, quindi sono nell'istituzione sono ad aumentato rischio di infezione.
I bambini di età inferiore ai 6 anni non devono essere portati negli ospedali in alcun modo. Se vuoi portare un fratello, un amico, un compagno di classe a un piccolo paziente che giace nella stanza, dovresti prima consultare il personale dell'ospedale.

Leggere le fiabe aiutava i più piccoli, i più grandi, a guarire

Quando possiamo andare?

Oggi, la maggior parte degli ospedali è "aperta", il che significa che non esiste un tempo di visita rigoroso. Tuttavia, prima di visitare, dovremmo informarci sulla persona, o sul membro della famiglia che più spesso visita il piccolo paziente, dall'agenda dell'ospedale. C'è attività negli ospedali, secondo rigide regole. Non è una fortuna avere la grande acqua nel mezzo della spa, né il piccolo paziente è presente durante gli esami, i trattamenti o la ginnastica.

Kйzmosбs

Anche se sembra essenziale, spesso ci dimentichiamo della roulette. A causa dei suddetti agenti patogeni e batteri, il lavaggio è importante dopo l'arrivo in ospedale e dopo che è scomparso. Non importa se portiamo con noi un disinfettante liquido per le mani, nel caso in cui il lavaggio non possa mai essere risolto.

Dove vai

Il bar sembra davvero invitante, soprattutto dopo un viaggio più lungo, ma in nessun caso dovremmo stare sul letto del piccolo paziente! In effetti, il letto accanto ad esso - anche se è vuoto! In effetti, i nostri abiti da strada possono essere contaminati con materiali invisibili che non ci sono. E con ciò, possiamo portare a casa una persona che non è a casa. Se vuoi davvero sederti, usa le sedie accanto ai letti, se non è o non è occupato, dovresti piuttosto fermarti o camminare lungo il corridoio, in un luogo comune e stare lì.

Cosa portare?

Sebbene i bambini non trasportino realmente fiori, è importante notare che i fiori - uccisi o in vaso - possono trasportare batteri diversi e sono trattati chimicamente, quindi non è consigliabile portarli a casa. Ci sono istituzioni che lo vietano esplicitamente. Il cioccolato e la dolcezza sembrano un'alternativa praticabile per i bambini, ma prima di farlo, dovresti informarti se un piccolo paziente è a dieta.
Certamente non aiutiamo se portiamo un libro di fiabe, un libro da colorare o un opuscolo di libri interessanti per il bambino. Ma ricorda: siamo i migliori avventurieri! Spendiamolo - il più possibile - più tempo e rendiamolo più significativo! Parliamo, parliamo o semplicemente giochiamo quanto il tuo piccolo stato lo consente. Ciò migliora notevolmente l'umore dei bambini.

Fai attenzione agli altri!

Sfortunatamente, nella maggior parte degli ospedali domestici, gli ospedali non sono single. È importante prestare attenzione al resto dei bambini nella spa durante la visita. Proviamo a parlare piano ed evitiamo di portare la classe di 25 persone contemporaneamente. Allo stesso tempo, potremmo provare a coinvolgere altri bambini nella stanza in attività più creative. Fiabe e giochi ci danno una buona possibilità di spostarli un po 'fuori dalla vista dell'ospedale.
Fonte: programma K&H Gyurgararzs
Potrebbero anche essere interessati a:
  • Se tuo figlio va in tribunale - Diritti e opportunità
  • La stanza dei bambini nei club per bambini!
  • Il racconto, la lettura, è un potere curativo!
  • Corriamo al cancello!