Sezione principale

Hai un compleanno per il mondo!


Forse ti starai chiedendo perché le future mamme saranno lunghe e scomode sulla strada o sull'aereo alla settimana 36. La risposta è semplice Perché vuoi il meglio per tuo figlio e te stesso. Ellentmondбs? Certo!

Oggi molte persone gli stanno dando un'idea definitiva della sua nascita. Quindi andiamo nella chiesa selezionata e parliamo: le nostre idee non hanno alcuna relazione con la valuta. "No, mamma, non c'è nascita in acqua", "No, mamma, non c'è protezione in questo posto", "Papà può venire, ma ...", "Andiamo nella cameretta solo per essere trasferiti". La maggior parte è delusa di ammetterlo, ma alcuni insistono su un piano genitoriale, cercando di trovare l'ambiente ideale o la persona da cui sono completamente al sicuro. E se necessario, viaggiano per centinaia di miglia.

I gemelli hanno preso vita senza intervento

Pécsrl a BudapestDistanza: 200 kmQuando: gestazione di 39 settimane

- Mi aspettavo un figlio gemello (il nostro terzo e quarto figlio), il che significa che ero considerata una donna incinta per protocollo medico - racconta Bodor Andrea Lili. - Il bar non aveva lamentele, in qualche modo ero circondato da cicatrici. Ero stufo delle parole "alto rischio", "possibile complicazione" perché sentivo che il mio corpo stava facendo bene il suo lavoro, proprio mentre sentivo l'aspetto gelido di un bambino che faceva il medico. Secondo il protocollo, il paziente ha una storia di affaticamento, bendaggio obbligatorio, ossitocina, ecc. avrebbe aspettato me, due donne, due bambini, due bambini, due pediatri, che avrebbero guidato la consegna e il burro. Squadra di calcio più piccola ... Era molto lontano dalla nascita implacabile con cui sono finito se i bambini fossero buoni. Ho consultato mio cugino, che era molto comprensivo e mi ha chiesto di trovare un posto dove non sapevo "partorire". Budapest, Szent Imre Kуrhбz. Bene, siamo corsi a casa, abbiamo fatto i bagagli e ci siamo trasferiti a Pest cinque giorni prima della nascita di mio fratello. Ho pensato che non sarebbe stato un sacrificio per due persone cogliere l'occasione per portare i bambini nel mondo come voglio. Dr. Kovacs a Zoltán Ero un medico molto flessibile, con una mentalità olistica. Invece di cercare di guidare il genitore, evitò qualsiasi intervento non necessario. Potevo lasciar andare, nessuno stava esortando, niente era obbligatorio. Forse è anche a causa di questa tranquillità che le mie amiche sono appena nate sotto un'altra notte. Potrei anche scegliere il ritiro. Il primo stava abbracciando, aggrappandosi alla coppia, e il secondo era nato a cuor leggero. I più piccoli furono immediatamente messi sul mio petto ed esaminati su di me. A due bambini piccoli sono stati ordinati per sicurezza, ma non sono stati raccolti, erano solo in un angolo, non sporchi. Il pediatra entrò nella stanza solo quando tutti e due i bambini mi sorridevano. Quando è nata la torta, mi è stato chiesto se volevo prenderla. Avevamo intenzione di portare a casa, salvare e piantare un albero della vita, ma poi non ci è nemmeno venuto in mente. È stato molto sorprendente che siamo venuti fuori e non abbiamo dovuto lamentarci per lui. Era un corpo astuto, completamente privo di tensioni, esattamente quello che stavamo cercando.

In Inghilterra, non hai mai avuto un scagnozzo,
tutti erano felici di fare il lavoro

Budapest in Gran Bretagna (Milton Keynes, Londra a circa 100 chilometri)Distanza: ca. 1500 kmQuando: quattro settimane prima dell'orario previsto

- Ho un figlio così. Mi dispiace se il mio ragazzo fosse ungherese, probabilmente non avrei mai pensato di essere nato all'estero - mi dice Bender Erika. "Ma gli inglesi hanno avuto l'opportunità di esaminare il sistema sanitario inglese". Quando ha scoperto che era in attesa di un bambino, si è immerso nella letteratura con grande entusiasmo, ha familiarizzato con l'ambiente domestico ed è rimasto stupito dalla quantità di diversità. Non vi è alcuna incisione sull'isola, soprattutto al momento della nascita del mio primo figlio, era una routine assoluta, non vi è alcuna ammissione, non esiste un medico, nessuna medicina, ma c'è un personale ben preparato e gentile, camere ben attrezzate. Ho dato alla luce il mio primo figlio in Ungheria. La nascita di mio padre non era di moda in quel momento, e mio figlio poteva solo lottare con grande difficoltà. Le mamme incinte stavano facendo la fila di fronte alla stanza del bambino e potevano solo arrivare al traguardo, gridando sopra la mia testa, ordinandomi, per non parlare del fatto che la coppia e il mio medico mi stavano spingendo in tutto il mio bambino. Tutta la situazione era imbarazzante, il nastro trasportatore, impersonale, nessuno aveva una bella parola, ma quando sorrisero sorrisero ampiamente. Poi ho giurato che non avrei mai più voluto pentirmi, quindi se avessimo avuto dei figli, avremmo avuto dei genitori fuori. Ho viaggiato per questa destinazione tre volte ... Sono una guida di viaggio, una condizione naturale per il mio volo, quindi per un momento non ho pensato di doverlo lanciare in grande. Quattro settimane prima della data prevista di nascita, ho viaggiato da mia madre e quando l'acqua fetale scorreva, siamo andati al più vicino ospedale statale. Non c'era fretta o rumore forte. Potevo camminare, mangiare e fin dall'inizio ero nella mia stanza. Non dovevamo preoccuparci che il dottore venisse scelto solo perché fuori non c'era nessuno. I genitori sono guidati da ostetriche altamente qualificate che lavorano in un sistema di assistenza. Tutti sorrisi, care donne che, oltre a dare alla luce, hanno avuto il tempo di preparare il tè e i biscotti di mia madre. Era in qualche modo più naturale, più semplice. Ho lasciato lavorare il mio corpo, non mi hanno disturbato, non hanno fatto esami inutili. Dato che mia moglie è cittadina britannica, anche i servizi sanitari erano gratuiti per me. Non ci siamo nemmeno preoccupati dell'hype. Li avremmo fatti uccidere.

Mario e Sandra si recarono a Budapest per visitare la Sardegna.
Stella è nata qui a luglio
.

La Sardegna a BudapestDistanza: ca. 1400 kmQuando: quattro settimane prima dell'orario previsto

- Mio fratello, Mario Cittadino austriaco, abbiamo una pensione in Sardegna. A prima vista, ci siamo innamorati dell'isola e abbiamo deciso di stabilirci lì e fondare una famiglia - racconta Szandra. - Quando si è scoperto che mi aspettavo un bambino, ci siamo resi conto rapidamente che il piccolo punto stava arrivando in alta stagione e dato che era importante che entrambi avessimo il mio ragazzo con me nel grande giorno, non ci è voluto molto per tornare a casa. Ma avevamo molte paure e domande su come sarebbe potuto nascere in un paese straniero, in una cultura straniera, in un'altra lingua. Ho iniziato a cercare rete. Quindi l'ho trovato sull'Emke blu. Ho scritto un'email, quindi siamo andati su skype. Sin dal primo momento, è stato molto comprensivo, quindi gli ho chiesto di uscire e di stare con me durante la nascita. Sfortunatamente, il mio appuntamento aveva una nascita imminente, quindi non poteva nascere, e il bar ha fatto di tutto per trovare qualcuno per lei, quindi non mi sentivo nessun altro.
- Alla fine della nostra prima conversazione, entrambi sentivamo che c'era così tanta richiesta, sensazione nel sangue che sarebbe stato molto meglio incontrarci di persona, dice Emke Dee Békés. - Gli eventi svolazzarono, il biglietto aereo arrivò per posta e un paio di giorni dopo parlammo della scelta della madre, del burro, dell'allattamento al seno. Penso che sia stato un giorno molto speciale per entrambi. Ho portato libri e riviste, ho cercato di dare tutte le mie conoscenze in un paio di giorni. Anche Sandra e suo marito sembravano calmarsi. Mi allontanai con facilità e chiesi loro di andare a vedere l'ospedale dove sarebbe nata Sandra e di conoscere le opportunità ancora prima della nascita. Qualche giorno dopo ho ricevuto una lettera disperata.
"Niente era come l'ho immaginato", spiega Sandra. - Sebbene l'ospedale sia stato vittorioso, la mia nascita ha rappresentato una linea impersonale, "conservatrice", e non c'erano alternative all'uso delle tecniche, vale a dire le condizioni che avevo. Abbiamo concordato che questo è stato l'evento più significativo della nostra vita, quindi abbiamo prenotato un biglietto per l'evento più vicino a Budapest.
- Sono stato applaudito per la decisione di Sandra perché, nella mia esperienza, molti sono i più a proprio agio nel campo del parto, e significa molto per un genitore quando sceglie una madrelingua nella sua madrelingua. Se non ottieni il supporto emotivo di cui hai bisogno, non ci sono persone di cui ti fidi, non capisci cosa sta succedendo, puoi renderlo teso. Tuttavia, la sicurezza è molto importante nel parto e nel mondo dei genitori, poiché è lo stress che allevia il bambino dal rilasciare la tensione. A causa della mancanza di tempo e data la situazione, ho cercato di contribuire a garantire che questa sicurezza della sicurezza si formasse a Sandra il prima possibile. Quando l'ho vista per la prima volta presso l'ostetrica dell'ospedale per parlare con l'ostetrica, ho sentito il mio piacere perché poi ho sentito che Sandra era davvero "arrivata". - Valeva la pena percorrere migliaia di chilometri perché ho insistito sulle mie idee? Si chiede Sandra. - È stata ovviamente la decisione migliore. Perché tutto qui mi è dato per nascere come l'ho immaginato.

Video: COSA HO RICEVUTO PER IL COMPLEANNO? Il regalo più figo del mondo. (Potrebbe 2020).