Informazioni Utili

Prepariamoci per l'ovaio!


L'ovis è aperto a settembre e potenziali piccoli gruppi sono felici di abituarsi. Come sarà il primo giorno? Abbiamo portato via Zsuzsi di tre anni per vedere cosa gli stava succedendo ...

La curiosità e lo spargimento di sangue sopraffanno il bambino: come sarà la tua signora, cosa avremo per cena, i bambini giocheranno con me? Nei genitori l'ansia e la speranza sono vorticose: come riuscirò da solo, quanto sarò malato, posso davvero lavorare da lui?
Una o due settimane prima di andare a Ovi, passiamo gradualmente al nostro prossimo "programma": alzarci presto la mattina, passare il tempo con la colazione, come se dovessimo andare presto. Attraversa la porta in un momento in cui il Ovis respira in modo da poterlo portare nel cortile. Cosa ti piace Cosa fai quando sei qui? - Quindi cominciamo a parlare delle tue idee.

Acclimatazione graduale

Nella maggior parte dei posti, la mamma può andare nella stanza del gruppo per i primi giorni e rimanere lì per un po '. I passi nel piccolo gruppo trascorrono solo mezza giornata nella prima settimana dell'Ovi, dopodiché pranzano lì e poi dormono dopo pranzo. Al momento dell'iscrizione, ma almeno una o due settimane prima dell'inizio dell'asilo, dovresti considerare la routine. Con questo in mente, prepariamoci per questo periodo. L'inizio del lavoro è posticipato di alcune settimane, poiché il cameriere viene speso presso l'Ovi. I piccoli diventeranno presto amici tra loro e con la zia se restiamo sullo sfondo. In pochi giorni, sono felici di gettare un'uva spina alla madre.

Il grande giorno sta arrivando

Zsuzsi si sveglia eccitato. Prima volta oggi! La mamma parlava molto della roulette, perché le stava chiedendo di dormire troppo. E non pochi adesso! Oh, aspetta, oh, ma sono preoccupato per come sarà - esprimere la sua impazienza. La mamma sa che l'infanzia fa bene al suo bambino, e ora è incerta se Zsuzsi sia davvero maturo per l'autoindulgenza. Secondo gli educatori, è naturale che un genitore si preoccupi del nuovo stadio della vita, ma è importante che il bambino non sia distratto dalle sue abitudini interiori.
Suggerimento: Restiamo fedeli alla nostra determinazione e inviamo segnali chiari!

Gli oves si aprono alla fine di agosto e tutto in famiglia si sta abituando.

Nuovi amici

Entrando nel cancello a marzo, Zsuzsi si trova di fronte a strani bambini. Si muovono, segni sui ganci - tutti sconosciuti, quale? E qual è il suo segno? La mamma entra nella piccola stanza del gruppo. I bambini stanno già facendo qualcosa sul tavolo con tua zia. Giovane donna bionda, sorridente di fronte a Zsuzsi. - Piacere di vederti - Benvenuto. Lei dice il suo nome e inizia a uscire con il bambino. Certo, potrebbe rispondere, ma non ha avuto molte opportunità di incontrare estranei. È più probabile che la nuova situazione vada via madre. Sembra che vada bene perché mamma e sua zia stanno parlando. Questo è anche un segnale per il bambino: chiunque ami, può fidarsi.
Suggerimento: È più facile per la nostra piantina accettare il lievito quando vede che siamo con esso. Possiamo fare più soldi se usiamo una frase amichevole piuttosto che spingere dentro il nostro bambino.

Andiamo!

I bambini stanno costruendo una torre. "Dai, siamo qui con te!" La mamma dice e si svegliano. Ma per ora, Zsuzsi si ferma e li guarda. Gli estranei sono rumorosi e non sono bravi a parlare. Non si avvicina di più, sedendosi a un tavolino. Nei primi giorni, questo è naturale. Sembra così familiare con molte cose nuove. Non aiuterebbe il senzatetto a scegliere un parco giochi per lui e portarlo lì. La fiducia ci costruirà, prendiamoci un momento per riflettere.
L'uomo apparentemente sfortunato e desolato sta molto "lavorando": sta osservando da vicino gli eventi davanti ai suoi occhi. Nella tua postura, vedi come stanno diventando sempre più coinvolti nei giochi: si avvicina sempre di più all'estremità stretta, al minimo gradino sopra gli altri, o semplicemente ad ogni transizione. Non puoi chiedere una rapida domanda su quanto velocemente sta succedendo.

Nel gruppo

"Ecco Zsuzsi", la suora deve presentare il nuovo bambino agli altri. Tutti gli occhi sono solleticati. Anche Zsuzsi soffoca, gli occhi si incontrano. Fino a quando volti sconosciuti non guardano indietro, può essere una situazione spaventosa, rassicurata se ci sono uno o due amici del playbook. È più facile conoscere il piccolo in agguato con tua zia. A questa età, la bambina è ancora più attaccata a sua madre e nell'ovvi a sua madre. Se la accetta come sostituto di sua madre, osa rivolgersi a lei con dolore e felicità, ed è confortata, più coraggiosa con i bambini. Dopotutto, ha un collega adulto di cui si può fidare, che lo proteggerà, che lo aiuterà in caso di necessità.

Prima solo

Con tua madre che viene alla porta, puoi divertirti perché è qui. È come un parco giochi, puoi correre in qualsiasi momento. Ma ora se ne sta andando ed è qui da solo. La mamma si assicurerà che torni dopo il suo incendio. La tua signora ti conduce alla finestra, guarda, le saluta. La mamma sorrise, tornò indietro e scomparve. Abituarsi al bene di Vienna è particolarmente importante nel processo di abituarsi ad esso. Non dovremmo mai perderlo di vista, anche se la nostra piantina è praticamente trascurata e gioca follemente.
Basta fermarsi, guardare in alto e non ci troverà più. Ci riempie di orrore, ci chiude più vicino, vale a dire il contrario di ciò che vogliamo. Digli addio quando si ferma nei giochi. Bene, una volta che attiriamo la nostra attenzione, possiamo dirti a proposito quando torneremo.
Suggerimento: Non rinunciare alla separazione con una lunga apprensione, innumerevoli baci, rimbalzi, anche se il tuo bambino piange forte e stiamo scattando.

Mangia nel gruppo

Prima di andare al tavolo, andiamo in bagno. I piccoli servizi igienici sono carini, che bello passare il tempo, piace a Zsuzsi, non ha una casa del genere. Ma non vieni con gli altri e ti schiarisci il culo? Non ci aveva provato da solo, ma la tata non osava partorire. E adesso? Anche la preparazione più attenta ti darà nuove situazioni. Nessun problema, i gufi li conoscono e offrono il loro aiuto. Il bambino piccolo acquisisce sempre più esperienza, il che aumenta la sua sicurezza.
All'inizio non c'è da meravigliarsi se non stai mangiando o semplicemente mangiando. Anche i cibi familiari sembrano proprio il loro odore. È anche una questione di quanto sei imprenditoriale, se osi assaggiare le novità o se sei troppo timido. La trasfigurazione: se ci sono delle buone transizioni nel gruppo, bambini che mangiano sani, il resto sarà felice, ma sfortunatamente è vero il contrario, così come il turco, il salvadanaio. Molti genitori scoprono che il loro piccolo mangia in un ambiente molto più bello che a casa.

È arrivata la mamma

Zsuzsi si adatta ai pezzi di un puzzle con due bambine: le scarpe del suo orsacchiotto, la sua giacca. Questo è quando arriva la mamma. Innanzitutto, ti chiedi delicatamente se il tuo bambino sta piangendo. È contento di vedere che è completamente coinvolto nel gioco e non lo riprenderà più. Aspetta che finisca il puzzle e poi se ne va di casa. "Allora cos'hai fatto?" Raramente abbiamo una risposta saggia a questo, e otteniamo ulteriori informazioni se ci informiamo sull'urna.
Potrebbero esserci diversi motivi per cui il nostro bambino non dice l'ovir. Potresti non essere in grado di formulare così bene le tue nuove impressioni. Quelli più grandi meritano di essere vissuti e non vogliono coinvolgere i genitori in tutto. Nota che ciò che ascoltiamo evoca anche i sensi del nostro bambino in ogni momento. Probabilmente non piangendo tutto il giorno, quando lo ricevette disperatamente, si svegliò dal sonno a Duluth.
Potremmo scoprire accidentalmente un morso nel braccio e potresti aver dimenticato di esserti bloccato nei capelli a causa di un gioco. Parliamo brevemente di ciò che abbiamo fatto, di ciò che abbiamo mangiato, così prima o poi avrebbe riferito sulla giornata. Prima di andare a letto, la storia della serata e la persona possono improvvisamente ricordare cosa vorrebbe dirci.

Suggerimenti per iniziare:

- Parliamo con Ounce di un piccolo giorno di visita.
- Esaminiamo il libro su Kindergarten Life!
- Pratichiamo la separazione con la nonna, un'amica!
- Scegli degli zaini leggeri, piccoli, piccoli!
- Adattiamoci all'abitudine del piccolo: c'è chi ne ha bisogno da molto tempo.

Non si sente bene alla porta

Dobbiamo pensare alle ragioni, se abbiamo una piantina durante il periodo dell'abituazione, sperimentiamo costantemente avversione. Parliamo di come vede la situazione. Cosa abbiamo visto a casa? Non vuoi alzarti la mattina, scarabocchiato, aggressivo? Uno sfondo sfavorevole per iniziare la scuola è la nascita di un fratellino, la scelta dei genitori o altri problemi familiari. In tal caso, il nostro bambino piccolo potrebbe non avere problemi con la scuola, ma si sentirà esposto alla famiglia.
Accade spesso che una delle tue suore non gli piaccia e abbia paura di incontrarlo immediatamente al mattino. Potresti non essere abbastanza maturato per goderti la comunione per tre anni, ma non sarebbe un problema dopo un anno. Se puoi, portami alla porta. Forse tua nonna può portarti a casa dopo pranzo o organizzare il tuo lavoro prolungando un breve weekend di venerdì o lunedì.

Non vuole uscire

Alcune persone sono difficili da abituare e dopo l'entusiasmo iniziale perdono la calma - ci si può sempre aspettare attacchi transitori. Anche i bambini piccoli hanno giorni peggiori e non iniziamo ugualmente ogni giorno al lavoro, anche se amiamo quello che facciamo. Potresti semplicemente gradire uno dei tuoi sposi, avere un amico malato, non amare un oggetto (ad esempio, pranzo, lavoro o ora di andare a letto), avere un bambino vittima di bullismo, magбt.
Sentiamo cosa c'è che non va! Potresti non essere in grado di articolare ciò che non ti piace in ovi, poiché vale la pena iniziare tali conversazioni a Delhi. Parliamo anche del nostro lavoro, dei nostri piccoli successi, dei nostri fastidi. La sera, il cucciolo si è avvicinato per ascoltare una storia sulla piccola tartaruga (o altro animale preferito) con cui si sono verificati gli eventi tipici. Raccogliamo il bouquet prima del sonno: cosa è stato bello oggi e cosa no.
Abbiamo dovuto aiutare all'inizio: era un buon momento, potevamo uscire in giardino, pranzare bene, giocare al mio gioco preferito e così via. Stare vicino all'asilo, saremo molto incerti se perdiamo un giorno e entriamo prima. Se sei sospettato di avere problemi di depressione, parla con il tuo bambino e chiedi il parere del tuo psicologo, se necessario, dell'insegnante dello sviluppo.Articoli correlati:
  • È naturale sentirsi ansiosi quando si è poco abituati
  • Anche i bambini dell'asilo e i genitori sono traumatizzati
  • Per iniziare: come aiutare con il rilascio?