Altro

Perché alcuni sintomi di malattie in gravidanza?

Perché alcuni sintomi di malattie in gravidanza?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Durante la gravidanza, molti tumori autoimmuni, come la sclerosi multipla o l'infiammazione oculare (uveite), scompaiono o migliorano significativamente. Un recente studio fornisce una spiegazione di questo fenomeno.

Durante la gravidanza, le cellule del sistema immunitario hanno una ridotta attività dell'enzima piruvato chinasi, letta in uno studio di Howard R. Petty e Roberto Romero, pubblicato sull'American Journal of Reproductive Immunology.
Una risposta immunitaria normalmente funzionante dipende da un composto chiamato piruvato, che potenzia il potenziamento dei processi molecolari regolati dal calcio. Il meccanismo appena scoperto rappresenta un nuovo percorso che potrebbe essere l'obiettivo dei professionisti.
"Può provocare lo sviluppo di nuovi farmaci che regolano delicatamente l'attività della chinasi piruvata, alterando la funzione immunitaria durante la gravidanza", ha detto Petty. Pertanto, oltre alla pre-eclampsia, l'artrite reumatoide, il diabete di tipo I e l'uveite possono essere trattati con tipi simili di farmaci. Secondo Petty, questo è un processo metabolico che ha due caratteristiche. Riduce la normale funzione immunitaria in modo che il feto contenente il bianco paterno non venga espulso, ma allo stesso tempo deve supportare la crescita delle cellule del feto.
L'attività della piruvato chinasi e i suoi risultati sia nel funzionamento del piruvato aumentano la crescita cellulare, sia alterando la funzione immunitaria. A seguito dell'attività della piruvato-chinasi durante la gravidanza inibita, il metabolismo cellulare è aumentato, portando ad una maggiore produzione di grassi, carboidrati, aminoacidi e altre sostanze indispensabili per la crescita cellulare. Il calcio migliora la produzione della molecola intermedia chiamata citochine. Quando i livelli di piruvato sono ridotti in gravidanza, anche il segnale mediato dal calcio diminuisce, in modo che la funzione immunitaria cambi in una condizione diversa dalla gravidanza.
"Interferendo con il meccanismo sopra, possiamo mantenere le risposte immunitarie in gravidanza, ma a un livello che non blocca ancora il feto", ha spiegato Petty.
Lo studio ha incluso 21 donne in gravidanza nel terzo trimestre, 25 donne in preeclampsia e un gruppo di controllo non in gravidanza. Livelli più elevati di enzimi nelle donne preeclampsia supportano la teoria. La preeclampsia è simile alle malattie infiammatorie. Senza ridurre i livelli di piruvato, le malattie infiammatorie diventano più gravi. Secondo Petty, in futuro potremmo misurare i livelli di questi enzimi all'inizio della gravidanza, sopprimendo la pre-eclampsia e altri eventi, e saremo in grado di curarli con nuovi farmaci.