Informazioni Utili

Alcune persone vanno in prigione non solo per l'aborto, ma anche per l'aborto


Ci sono paesi in cui l'aborto viene praticato in carcere fino a 50 anni e ci sono casi in cui l'aborto non è permesso anche se si è verificato uno stupro o se la vita della madre è a rischio.

In Argentina questo gennaio, un bambino che è nato con una tazza programmata, è morto all'età di 23 anni, era un bambino di 12 anni. Il bambino è stato abusato da un vicino di casa di 65 anni, che ha minacciato di uccidere il bambino se avesse raccontato al bambino cosa era successo. I genitori conservatori argentini ricorsero quindi all'aborto, ma resistettero e ne conseguì un contenzioso persistente. Il caso ha suscitato polemiche nel paese sull'aborto e 24 si sono radunati in quali paesi le leggi sull'aborto sono più rigorose. perché il medico può rifiutare di interrompere la gravidanza per motivi di coscienza. Le leggi sull'aborto sono le più severe in questi paesi Ci sono paesi in cui vi è un divieto totale e anche in questi casi l'aborto non è permesso. Questo è il caso in El Salvador, dove non solo è completamente vietato, ma può essere punito fino a un anno di prigione, perché il sistema legale è equivalente alla fine umana della gravidanza. Ha provocato rabbia in tutto il mondo Immagina Cortez caso, rapito tra i 14 e 18 anni dal patrigno, che diede alla luce un bambino all'età di 18 anni. Il bambino è nato sano, ma all'inizio la donna era convinta che stesse cercando di abortire. L'anno scorso йv vйgйn vйgьl il bнrуsбg assolto, liberato йs Cortez, ma kцzel trenta tovбbbi nх tцlt tцbb йvtizedes bцrtцnbьntetйst dell'aborto orszбgban o akбr halvaszьlйs, spontбn vetйlйs miatt.Teljes tiltбs IS mйg Nicaraguбban, Honduras, il Kцztбrsasбgban Dominicana йs anche ad Haiti, orszбgban utуbbi la responsabilità è la morte materna del 30 percento di condizioni igieniche illegali, inadeguate o l'aborto domestico. 24. hu ricorda il caso 2015 di una bambina violentata da un patrigno, il paese non le ha permesso di interrompere la gravidanza. Sebbene la sentenza abbia provocato indignazione internazionale, la legge non è cambiata. Nello stesso anno, un bambino tra 889 e 14 anni ha dato alla luce un bambino. Secondo l'UNFPA, quest'anno, il 2,13 percento dei decessi per gravidanza può essere associato a bambini di 10-14 anni in Paraguay. Una media di 2 bambini nascono ogni 10-14 anni al giorno. L'estate scorsa, una ragazza di quattordici anni, che è stata uniformemente violentata, è morta di parto: l'unica eccezione a questo divieto in Venezuela è quando la sua vita è in pericolo. In Brasile, è consentito il rischio per la vita della madre e (a condizione di stato civile) una gravidanza interrotta sessualmente. Tuttavia, in molti casi, quando le donne sono povere o procrastinate, le donne non hanno accesso all'intervento. Nella sua recente campagna elettorale di Jair Bolsonaro, ha affermato di aver negato ogni rischio di aborto. lo stupro è una possibile eccezione e il Belize è una minaccia per la vita della madre e una grave lesione per il feto. In Cile, 2017 è stato un divieto totale. Sotto la sedia di Michelle Bachelet, la legge si allentò. Attualmente, la mortalità materna, l'incompatibilità fetale e lo stupro sono i più bassi nel primo trimestre (fino a 14 settimane se la vittima ha meno di 14 anni). Per motivi di coscienza, il medico può rifiutare la procedura, ma le autorità non possono farlo. Attualmente sta facendo pressioni per il primo trimestre di depenalizzazione - ma un attivista "pro-vita" ha abbattuto tre donne l'anno scorso.
In Colombia, il rischio per la madre, la deformità del feto incompatibile con la vita e la violenza hanno permesso l'aborto. È solo dal 2006, quando una madre di trentatré anni, Martha Sulay Gonzбlez, è rimasta incinta, ma è rimasta incinta. A causa della gravidanza, il radiologo non era autorizzato. Dopo il parto, la malattia era morbosa e Gonzballe morì presto. Nel periodo successivo, fintanto che le sue forze lo consentirono, lottò per i diritti riproduttivi delle donne colombiane. L'aborto è il migliore, secondo l'Istituto Guttmacher Il 97 percento delle donne latinoamericane vive in un paese con un divieto totale di aborto o con poche eccezioni. Nello spazio 14 milioni hanno stimato gravidanze indesiderate, la metà delle quali provoca aborti illegali. In molti casi, i contraccettivi sono o non autorizzati, di difficile accesso o inaccessibili a molti. il almeno il cento per cento delle morti materne dovute ad aborto illegale. Le più vulnerabili sono le donne rurali che vivono in condizioni di povertà. La proliferazione di misoprostol, o "pillola contro l'aborto", disponibile online o nel mercato nero, ha ridotto il numero di tragici esiti negli ultimi anni.
  • Stato di New York ora aborto finanziato da assicurazione sanitaria
  • Aborto: vanno all'esterno perché non possono essere a casa
  • Finora abbiamo adottato la più severa legge sull'aborto