Informazioni Utili

Sintomi e trattamento delle infezioni alimentari e della nutrizione nei bambini


Più di ogni altra cosa può causare nutrizione, infezioni alimentari - batteri, virus, funghi e parassiti. La latenza può variare da 1-2 ore a 7 giorni. Quali sono i sintomi e cosa può aiutare la guarigione?

Sintomi e trattamento delle infezioni alimentari e della nutrizione nei bambini

Infestazione da cibo: cosa la causa?

Batteri, virus, funghi e parassiti singoli o pluricellulari possono anche essere presenti sullo sfondo di infezioni di origine alimentare, infezioni di origine alimentare. Nel caso di infezioni di origine alimentare, alimenti contenenti batteri vivi (salmonella, stafilococco), si nutrono del corpo del bambino, dove si moltiplica e causa malattie. L'infezione può diffondersi ad altriIn caso di avvelenamento, non sono batteri viventi, ma prodotti da loro. tossine (prodotti metabolici tossici) sono la causa della malattia, che mette a rischio la salute del consumatore. Entrambe sono malattie molto comuni dell'apparato digerente. Sono favorevoli le condizioni coinvolte nella proliferazione di agenti patogeni coinvolti in una conservazione impropria o prolungata in diversi alimenti. Può causare un'infezione da creme alla crema o all'uovo, gelati, pasta cotta, piatti a base di pescee cibo in scatola lasciato aperto Accade spesso che la persona a contatto con l'infezione porti l'infezione sotto forma di cataratta o ferite purulente e non aderisca alle necessarie norme igieniche personali e dietetiche. I batteri possono penetrare nel cibo da utensili o piatti contaminati, ma possono anche trasmettere contaminazione a vegetazione sporca, non cotta, acqua contaminata o carne cruda.

Infezione alimentare, nutrizione - Sintomi

Infezioni e marcature alimentari sono per lo più con sintomi gastrointestinali le manifestazioni includono: vomito, nausea, flatulenza, crampi allo stomaco, mal di stomaco gastrico, crampi allo stomaco, diarrea. I sintomi possono includere febbre, brividi, debolezza, disidratazione e svenimento. La condizione del bambino dà un'impressione letargica e malata. In caso di rilascio, il turgore del bambino è ridotto o cattivo (la pelle rimane rugosa per diversi secondi quando l'addome è contorto) e il gozzo è dolorante. la latenza può generalmente variare da 1-2 ore a 48 ore, ma potrebbero esserci latenze fino a sette giorni.

Diagnosi e trattamento delle infezioni di origine alimentare

Infezioni alimentari e / o disturbi nutrizionali dovrebbero essere considerati per primi se più membri dello stesso corpo mangiano cibo (ad esempio, i familiari) йtelmintae esame batterico del feto entrare. Il sospetto di infezione alimentare o avvelenamento è soggetto all'obbligo di denuncia. In questi casi, la BNTSZ sta conducendo un'indagine per determinare il cibo sospettato di essere tossico e per ovviare alle carenze della tecnologia e dell'igiene. Se sta allattando il bambino, non interrompere l'allattamento. Prova ad allattare un po 'più spesso! Se hai bambini più grandi, prendi lentamente il liquido refrigerato (tè, acqua leggermente zuccherata-limone) a piccole dosi! Si consiglia di nutrirsi con un tampone o un cucchiaino e prendere un paio di minuti tra i sorsi. Aggiungi fino a 10-15 millilitri di fluido alla volta in modo da non sovraccaricare lo stomaco! Prendi nota di quanto fluido ha perso il tuo bambino durante la ricarica! Per i pannolini, si consiglia di pesare il pannolino (il peso del pannolino deve essere sottratto) e, nel caso di un bambino più grande, monitorare costantemente la quantità di vomito e diarrea. Inoltre, prendi nota di quando e quanto liquido ha ricevuto il tuo bambino e, se hai una recidiva di vomito, avrai uno schema antiemetico petulante che può essere seguito dalla reidratazione. In caso di diarrea persistente, è severamente vietato somministrare una cavità dentale, ma i cosiddetti rimedi assorbenti possono avere un effetto benefico. È necessario un trattamento medico se la ricarica di liquidi piccoli non è disponibile (non accetta liquidi o se tutti i liquidi vengono persi immediatamente) e si riscontrano segni di perdite. L'esame medico dei bambini piccoli è sempre necessario in ospedale. Dopo il problema non devi seguire una dieta rigorosa, ma fai attenzione a consumare piccoli pasti in modo che lo stomaco del tuo bambino non sia sovraccarico. I bambini più grandi possono anche consumare la solita dieta, frutta, verdura, riso, carni leggere e prodotti a base di latte acido. Certo, è solo il cibo che non peggiora la condizione e lo mangia volentieri.

Come prevenire l'infezione e la nutrizione degli alimenti

La cucina con pulizia regolare, mantenendo gli utensili da cucina e i frigoriferi puliti, separati, smaltire con cura e separare gli alimenti vari (possibilmente contaminanti macinati, carni crude) trattamento termico accurato - cucinare, cucinare - uccide tutti i batteri. Tuttavia, i batteri possono proliferare di nuovo quando si conservano gli alimenti preparati, quindi è necessario prestare particolare attenzione al corretto confezionamento, raffreddamento e trattamento termico notturno preconsumo! I funghi, la panna acida, i cibi a base di uova sono particolarmente pericolosi, quindi sono consigliati per il consumo solo il giorno della preparazione. szagъ; la superficie dell'assorbito è delicata, appiccicosa; il latte era acido; il pane è ammuffito o persistente; le piante verdi e fruttate sono chiazzate o in decomposizione. In tali casi, non è sufficiente lavare, rimuovere le parti danneggiate! Questi pasti possono essere dannosi per la salute e non devono essere consumati all'interno. La prevenzione comporta anche l'uso del bagno dopo e un lavaggio accurato prima della cottura.

Nutrizione, Nutrizione - Suggerimento per la mamma

L'esposizione alla fame e alle infezioni può essere una fonte esterna di pericolo e l'inalazione di vomito può essere una fonte esterna di pericolo. Ruota sempre la testa del bambino di lato in modo che le ferite in eccesso possano passare liberamente! Pediatra di Zsuzsanna Vojnisek, gastroenterologo pediatrico
  • Non dare questo al bambino
  • Gli avvisi più comuni
  • Sintomi e trattamento della salmonellosi nei bambini