Raccomandazioni

Un nuovo metodo di fecondazione artificiale

Un nuovo metodo di fecondazione artificiale



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Un nuovo metodo di fecondazione artificiale

È stato sviluppato un nuovo metodo per inattivare gli ovociti nel ciclo, consentendo loro di ottenere ovociti più maturi per l'inseminazione artificiale.

I topi piccoli hanno già iniziato a produrre risultati. Nell'uomo, le cellule uovo mature sono state create con l'aiuto del nuovo metodo, ma non hanno potuto essere fertilizzate per motivi etici.
"Feltehetхen tыnik mыkцdik Нgйretesnek anche il nuovo account mуdszer esetйn persone che possono tцbb lйtrehozni uovo йrett, ezбltal lehetхsйget creazione del idхsebb йs termйketlen nхk megtermйkenyнtйsйre bene." - ha dichiarato il Dr. George Attia, di Miami Miller Medical Egyetemйnek Reproduktнv Endokrinolуgiai йs Meddхsйgi tanszйkйnek igazgatуja. Inoltre, la chemioterapia per i malati di cancro che hanno avuto le ovaie congelate prima del trattamento può essere applicata a tutti i livelli. La chemioterapia può interrompere le cellule uovo.
"Abbiamo ancora bisogno di tempo per dimostrare che il metodo può essere applicato agli esseri umani, anche se abbiamo già disattivato gli ovuli nel ciclo", ha detto Jing Li, primo autore dello studio presso la Stanford University School. "Speriamo che le donne anziane, quelle che hanno il congelamento ovarico prima della loro chemioterapia o quelle che soffrono di insufficienza ovarica precoce possano beneficiare di questo esperimento."
Home page del diario multimediale
animбciу

Fecondazione in vitro

play Il bollettino è stato pubblicato online negli Atti della National Academy of Sciences questa settimana. Questo rivela che ci sono 400.000 follicoli nelle ovaie alla nascita, ma solo un migliaio sono attivati ​​in un ciclo, il resto rimane inattivo. Al momento della menopausa, meno di mille follicoli rimangono nelle ovaie.
Non è ancora noto perché alcuni follicoli rimangano inattivi, ma gli esperimenti hanno dimostrato che è compatibile con i geni PTEN e PI3K. Nell'ambito dell'esperimento, la Stanford University e ricercatori giapponesi e cinesi hanno modificato i bianchi PTEN e PI3K al fine di indurre i follicoli ovarici neonatali nei topi neonatali. I follicoli maturati nei follicoli si svilupparono e furono fecondati e trapiantati in madri che allattavano.
L'esperimento ha prodotto 20 piccoli topi che possono essere creati in seguito. I malati di cancro con follicoli ovarici, quando bloccati dal gene PTEN, producono ovuli maturi maturi, ma gli esperimenti non possono continuare con queste cellule. I risultati devono essere ripetuti nei primati, ha detto l'autore. Il metodo può essere utile per le specie in via di estinzione e per il bestiame. Inoltre, gli ovociti risultanti possono essere fonti di cellule staminali, che hanno ancora un significato terapeutico quasi incalcolabile.