Informazioni Utili

Cosa stai facendo?


Se improvvisamente senti un po 'di rumore, un fulmine, tranne per uno sguardo tranquillo o un gioco, inizi a piangere. Allo stesso modo, perde il suo senso di sicurezza se viene colpito da una mossa inaspettata, sua madre la fa scivolare o suo fratello getta un giocattolo nel letto.

Cosa stai facendo?

All'età di otto mesi, la paura aliena di manifestarsi, che è il naturale innato dello sviluppo. Quando una nuova faccia si avvicina, il piccolo protesta. Lascia tempo per l'amicizia. Dai un'occhiata allo "sconosciuto" che potrebbe non essere altro che una nonna settimanale per motivi di sicurezza.
Nella fase successiva di sviluppo, il genitore si aspetta qualcosa. A volte è troppo difficile uscire dalla stanza senza sfrecciare ai nostri piedi. Pratichiamo la situazione con sbirciatine! Ispirata dal piccolo ancora e ancora, scopre la mummia che è emersa dalla coperta. Dopodiché, lo lasciamo a una persona cara su base regolare per un breve periodo di tempo: la sera, quando ti addormenti, è la paura della separazione, cioè la paura della separazione. I genitori sono lì se mi addormento o se non li vedo? Non aiuteremo la situazione se la mettiamo a dormire e la mettiamo nel letto. Ti svegli davvero spaventato da dove ti trovi. Investiamo nel letto, lasciamo un po 'di luce o lasciamo la porta aperta e facciamo le nostre cose (stiratura, cucito, lettura) in modo da poterci vedere fuori dalla culla. Ci vuole pazienza e tempo per superare la paura.
Andiamo avanti a piccoli passi, spesso ripetendo la stessa situazione che hai la fortuna di fare. Ti assicuriamo affetto e affetto, questo ti renderà una scarpa.

Aiuto, cane!

È tipico di due anni che l'astensione finora spaventa e il piccolo, quando ha visto un animale, nasce sempre più duramente. Potrebbe essere stata spaventata da un cane o morsa da un'ape, ma spesso il comportamento di disapprovazione, la follia o la paura dei genitori va oltre la paura. Un cane che è molto più grande di un bambino piccolo o che abbaia rumorosamente, è un cane in movimento, dandogli una sensazione insicura, soprattutto se i suoi genitori hanno paura dell'animale.
Il bambino cadrà quando salterà dentro, leccandolo. A poco a poco, tenta pazientemente di avvicinarsi agli animali. Chiniamoci per vedere il mondo da questa prospettiva. Vivi, ed è sufficiente guardare il cane che è in giardino. Allontaniamoci da esso ogni giorno, ma non dirlo (non mordere), non incoraggiarlo e non indulgere nella disonestà.
I bambini della città possono urlare a morte per i suoni insoliti delle case in una vacanza in un villaggio. Non conoscono i segni, le abitudini, il linguaggio del corpo degli animali, quindi non possono "capirti". Il battito, il russare degli zoccoli del bambino ucciso, le urla dei maiali affamati, le loro urla al loro rumore spaventoso. Vieni a trovarci regolarmente in un vero ambiente rurale così puoi sentirti anche a casa lì! Guarda come nutrono i loro animali, come mungono la mucca, agnello le pecore, ma lasciano macellare gli animali.
Forse può aiutarti a risolvere la paura trovando un conoscente amico degli animali. Impariamo come affrontare gli animali e rispettare i loro costumi:
  • Non accarezzarli nel mezzo di un pasto, non avvicinarti alla zona di alimentazione e non portare via i loro giocattoli (giocattoli).
  • Interferire con cura (mungitura, alimentazione, pulizia) nelle immediate vicinanze può portare a comportamenti imprevedibili.
  • Stare lontano da piccoli animali genitori.
  • Non infastidire gli animali per nostro divertimento.

  • È fuori dal cane

    Potrebbero esserci disagi, abbaiare forte, movimenti rapidi o grandi dimensioni sullo sfondo della paura, ma potremmo non essere in grado di rintracciare il motivo per cui il nostro bambino è un cane. Non essere adorabile per quello, e non mettiamoci in una posizione scomoda ("vai lì!") ma aiutiamola a dissolvere gradualmente la sua paura.
    Se possiamo, spesso andiamo allo zoo o camminiamo verso un posto dove possiamo vedere gli animali. Visitiamo i nostri amici animali. Diamo un'occhiata a lungo, senza avvicinarci all'animale. In primo luogo, dovremmo trattare cani di piccola taglia che non abbaiano sempre in presenza e consenso del proprietario. Parliamo di cura degli animali: quando camminare, cosa mangiare, come pulire. Esprimiamo i sensi dell'animale: quando hai paura, per quello che sei, perché sei arrabbiato. Nota le caratteristiche da cui possiamo leggere queste sensazioni (coda, caduta, scatto).
    Chiedi al bambino quale sta cercando. Spiega cosa non dovremmo fare, poiché possiamo infastidire involontariamente l'animale.
  • Disciplina: il male necessario
  • Paure "infantili"?
  • Cosa fare se hai paura del buio?
  • Video: MamboLosco x Nashley - ME LO SENTO (Potrebbe 2020).